Progetto Medioevo Mendrisio - Annus Sextus

con Ulrich Pfeifer

Insegnare è per me fonte di immenso piacere. Trasmettere l’esperienza quasi di una vita, continuando a scoprire e cercare nei manoscritti, nelle esecuzioni mi nutre. Trovare nell’allievo o nell’allieva potenziali autentici, colori e tessiture particolari m’interessa… tutto questo è la base del “Progetto Medioevo Mendrisio” che si sviluppa con gioia e lavoro ormai da cinque anni… Ulli

 

Roman de Fauvel

 


 

Roman de Fauvel

 

Continuano i corsi di Progetto Medioevo Mendrisio, che, con il prossimo autunno, entra nel suo sesto anno di esistenza.

Il Roman de Fauvelè un poema francese del XIV secoloattribuito a un funzionario della corte reale, Gervais du Bus. Pubblicato nel 1314, il Roman de Fauvel è noto per il suo adattamento musicale nello stile della Ars Novaad opera di Philippe de Vitrye di altri compositori. Il contenuto del Roman è un racconto allegorico del criticismo tra Chiesae Statoche si sviluppa attraverso la metafora di un cavallo divenuto regnante in seguito ad un capriccio della dea Fortuna. 

L’opera è carica di allegorie e di satira politica. Le lettere dello stesso nome del cavallo, Fauvel, hanno il significato acrostico dei sette vizi capitali: F (Flatterie=Servilismo), A (Avarice=Avarizia), V (Vilenie=Viltà), E (Envie=Gelosia) e L (Lâcheté=Meschineria); oltre al fatto che è composto dalle due sillabe  fau-vel(=menzogna velata). 

I brani musicali del Roman, composti per la maggior parte da Philippe de Vitry, sono generalmente indicati come le prime composizioni dell'Ars Nova. Lo stile musicale varia da composizioni interamente monodiche a pezzi polifonici più complessi, in cui possono essere cantati contemporaneamente testi diversi e in diverse lingue (Motetus).

 

Le date previste per gli incontri sono:

 

12 gennaio, 26 gennaio, 16 febbraio, 16 marzo, 6 aprile, 27 aprile 2019.

 

A fine corso è previsto un concerto nell’ambito della stagione concertistica di Musica nel Mendrisiotto

 

Luogo delle prove: Sala Musica nel Mendrisiotto (presso il Museo d’arte Mendrisio)

 

Orario: 9.30–12.30 e 14.00-16.30.

 

 

 

Info e Contatti:

Andreas Gubser  091 6068686  076 5467760  simogandi@gmail.com

 

Ulrich Pfeifer ha studiato musicologia e canto medievale a Gottinga, Colonia, Parigi e Ginevra. Ha collaborato con le maggiori formazioni di musica medievale come Tenore e strumentista di Sinfonia, Organistrum, Ghironda e Carillon di campane pitagoriche. Ha svolto un’intensa attività concertistica e discografica nazionale ed internazionale con l’Ensemble “Micrologus” di Assisi. Inoltre ha lavorato presso la Biblioteca del Conservatorio “G.Verdi” di Milano e come ricercatore delle fonti musicali presso “l’Ufficio Ricerca Fondi Musicali (URFM)”, per il quale ha tra l’altro effettuato il primo censimento italiano delle fonti musicali nelle biblioteche della Corsica. Ha costituito e diretto per quattro anni un coro di voci bianche a Lutry (CH) partecipando con esso anche al progetto “Mobile sonoro” (Klangmobil) per il settecentenario della fondazione della Svizzera. Insegna canto gregoriano e polifonia medievale al “Centro Studi Europeo di Musica Medievale Adolfo Broegg” di Spello (Pg).  

 

 

CORSO DI CANTO CORALE A CAPPELLA

 

Direzione: Davide Fior

 

 

 

 

 

 

 

La messa per doppio coro di Frank Martin appartiene ai capolavori internazionalmente più conosciuti del repertorio a cappella del novecento. La sua genesi è parte della sua unicità: un'ideazione intima, un affare privato tra un compositore di profonda religiosità e fede e Dio stesso, senza bisogno di approvazioni e giudizi estetici; una maturazione lenta, quarant'anni in un cassetto dell'archivio del compositore; e infine la sua epifania nel secondo dopoguerra, per prendere il volo verso il riconoscimento internazionale qualche anno più tardi. Il compositore ginevrino Frank Martin, figlio di pastore calvinista, sceglie il non convenzionale per questo omaggio personalissimo a Dio: una messa cattolica, il linguaggio del gregoriano, la fascinazione per Bach, l'uso dei cori battenti alla Gabrieli; il tutto espresso in un linguaggio novecentesco diatonico e modale, che si gode la libertà compositiva di chi non deve rispondere a nessuno - né al gusto di un pubblico, né al riguardo delle competenze tecniche dei coristi. Davvero una composizione unica nella sua anima e nella sua bellezza.

 

 

24, 25 e  26 maggio 2019 e dal 30 maggio al 2 giugno 2019

Messa per doppio coro di Frank Martin

 

Direzione: Davide Fior

 

Luogo delle prove: Sala Musica nel Mendrisiotto (presso il Museo d’arte Mendrisio)

 

Sono previsti due concerti:

sabato 1° giugno, ore 20.30 nel Mendrisiotto

domenica 2 giugno, fine pomeriggio, nel Sopraceneri

 

Il programma dei concerti verrà completato da un ensemble vocale.

 

Il corso è indirizzato a cantori con buona esperienza corale, in grado di leggere autonomamente (con l'ausilio di materiale audio) una messa a doppio coro novecentesca e che abbiano interesse in un lavoro di vocalità - oltre che musicale - applicato al brano oggetto del corso.

 

Costo: 150.-

 

Per informazioni e iscrizioni: ania@ticino.com