Domenica 24 novembre, ore 17.00

Mendrisio Centro Presenza Sud

 

Cellissimo! 9

 

 

Un’orchestra di giovani violoncellisti, studenti e docenti del Conservatorio della Svizzera italiana, concertisti residenti nel cantone e oltre confine, con l’obiettivo primario di condividere una grande passione, senza distinzioni. Cellissimo!, rappresenta dalla sua nascita, 12 anni fa, un momento di gioia e unione per tutti, partecipanti e spettatori ed è uno stimolo straordinario per le generazioni più giovani. Poter suonare fianco a fianco con chi è più avanzato negli studi e con musicisti affermati, rappresenta un importantissimo momento di crescita.

Il programma prevede pagine che vanno dal repertorio classico fino alla musica da film, per un organico variabile che arriva a superare i 60 violoncellisti.

Al termine verrà offerto un rinfresco.

 

Cellissimo  2019  è reso possibile grazie all’importante sostegno  del Rotary Club Mendrisotto  e dell’Associazione Amici del Conservatorio.

 

 

 

Il violoncello, uno strumento duttile, che si adatta a mille situazioni musicali differenti, in grado di passare dalle riflessioni profonde delle partiture di Bach al virtuosismo di Barrière, dalla cantabilità di Elgar alla malinconia di Morricone.

Il violoncello è una miniera inesauribile di potenzialità strumentali ed espressive; nel corso dei secoli compositori di ogni tipo, da Beethoven a Berio (e anche oltre) hanno rivolto la loro attenzione a questo strumento che grazie alla sua estensione unica è in grado di cantare come solo la voce umana può fare ma anche di aprirsi a passaggi estremamente ritmici e di grande aggressività, come se possedesse una propria sezione ritmica al suo interno.

Ma il violoncello ha anche una caratteristica che lo rende unico: quella di poter formare un ensemble di enormi dimensioni in maniera armoniosa e senza l’ausilio di altri strumenti di registro differenti. Ed è per questo che nasce il più celebre ensemble mondiale, quello dei 12 violoncelli dei Berliner Philharmoniker, i concerti con i violoncellisti a Potsdam (14 luglio 1992) per arrivare fino alle straordinarie esibizioni di oltre 1000 violoncelli dapprima in Giappone e poi in altre parti del globo.

Dal 2007, in occasione del concerto volto a ricordare la scomparsa di colui che è stato forse il più importante violoncellista della storia, Mstislav Rostropovich, anche Musica nel Mendrisiotto, in collaborazione con i principali enti musicali ticinesi, organizza a scadenza annuale l’appuntamento Cellissimo, che quest’anno vedrà la partecipazione di oltre 60 violoncellisti di tutte le età. L’ottima acustica e la struttura architettonica del tutto particolare del Centro Presenza Sud permetteranno l’esecuzione di opere originali che vanno da opere del repertorio classico alla musica da film, in un crescendo dinamico che vedrà i migliori interpreti del Cantone unirsi con studenti e allievi nello spirito di condivisione e di fratellanza che sin dall’inizio ha contraddistinto tale appuntamento.